La Lega Nazionale per La Difesa del Cane è un Ente Giuridico che articola la sua principale attività nella gestione di canili per animali abbandonati. La sezione di Reggio Emilia viene legalmente riconosciuta nel 1969 ed i responsabili della sezione hanno intitolato il Rifugio di San Bartolomeo a Rocky, pastore tedesco che nel maggio del 1986 a Napoli morì dopo aver salvato la propria famiglia da un incendio. Siamo una associazione zoofila senza scopo di lucro, operiamo sul territorio reggiano perseguendo da sempre il benessere degli animali da noi custoditi con la priorità di trovare loro famiglia, con controlli pre e post-affido. Siamo orgogliosi dei notevoli risultati raggiunti negli anni, in particolar modo l’alto numero di affidamenti a cui, tuttavia, si contrappone un incessante flusso di nuovi ingressi. La piaga del randagismo, infatti, non è ancora sconfitta sul nostro territorio, per questo continuiamo a condurre una campagna di sensibilizzazione sul tema della sterilizzazione, unico strumento rilevatosi efficacie per contrastare tale fenomeno. Abbiamo riscontrato negli ultimi anni, inoltre, un incremento considerevole di cani spaventati, poco socializzati e quindi non affidabili. Grazie all’incessante lavoro dei nostri volontari, coadiuvati dai nostri educatori cinofili, siamo riusciti a recuperare cani intimoriti e diffidenti nei confronti dell’uomo, li abbiamo socializzati, abituati al collare, alle passeggiate al guinzaglio, e alla fine alcuni di loro ci hanno ricompensati con il regalo più bello: una nuova famiglia!!!

Oltre alle cure quotidiane, quali l’alimentazione, la pulizia ecc., a tutti i nostri cani viene garantita un’assistenza veterinaria costante ed attentissima. Le cure profuse da personale qualificato e dai volontari sono volte al benessere dei cani ospitati, prova ne è il reparto geriatrico del Rifugio che risulta in costante crescita. A questi cani anziani, i nostri “nonni sprint”, sono state dedicate 6 zone di ricovero permanente chiamate rispettivamente “Parisetti 1, 2, 3, 4, 5, 6”. Si tratta di recinti molto ampi con casette coibentate, alberi e prato, che ospitano i nostri protetti più “saggi”.

Oltre a queste mansioni importantissime, la Lega reggiana promuove ogni anno iniziative per combattere la disinformazione diffusa anche nella nostra provincia riguardo al tema del randagismo e per divulgare una cultura del rispetto per ogni essere vivente, collaborando attivamente con le associazioni zoofile presenti sul territorio reggiano e nazionale per combattere la vivisezione e i maltrattamenti. Importantissime sono, inoltre, le altre attività che si concretizzano nella realizzazione del manifesto estivo contro l’abbandono, nelle raccolte alimentari e in tante altre iniziative ed eventi rivolti a grandi e piccini.

Vi invitiamo, pertanto, a visitare il Rifugio Rocky nei giorni di apertura. Chi fosse interessato a svolgere attività di volontariato potrà rivolgersi alla Segreteria del Rifugio nei giorni di apertura.